Logo per esteso di Nuova Narrativa Italiana

Col vento in poppa!

Un successo anche la seconda selezione dei manoscritti di NNI

Col vento in poppa
Il nuovo anno è cominciato con il vento in poppa per Nuova Narrativa Italiana.

Prima il varo di Romanzo a cento mani, il gioco on line gratuito e aperto a tutti di scrittura collettiva, lettura e valutazione di testi, che vede iscritti già 76 giocatori. Poi la seconda selezione dei manoscritti, estesa fino al 17 gennaio 2016 per consentire anche agli autori più distratti (ma a Natale e a Capodanno è giusto festeggiare) di proporre le proprie opere.

Anche stavolta siamo molto soddisfatti, sia per il numero che per la qualità e per la provenienza delle proposte ricevute dagli autori, che testimoniano di quanto Nuova Narrativa Italiana sia già molto apprezzata e conosciuta su tutta la penisola.

In questa seconda finestra di selezione, abbiamo ricevuto 24 manoscritti, con una qualità media davvero elevata.

Tolti infatti gli 8 manoscritti con valutazione inferiore a 6 su 100, non pubblicabili da NNI perché quasi tutti non inediti (già pubblicati in self-publishing), i restanti 16 manoscritti hanno avuto una valutazione media di 75 su 100, con questa statistica:
– 10 manoscritti con valutazione nell’intervallo 62-82 su 100;
– 6 manoscritti oltre la soglia minima per la pubblicazione richiesta da NNI di 85 su 100 (86, 86, 87, 87, 88, 94).

Si tratta di risultati davvero eccellenti, perché la severità del processo di selezione di Nuova Narrativa Italiana non fa sconti a nessuno.

Distribuzione dei manoscritti 2Il dato della provenienza è altrettanto soddisfacente, come già accaduto in occasione della prima selezione dei manoscritti, anche se in questo caso meno bilanciato che nella prima.

Se si considera la tradizionale suddivisione in Italia Settentrionale, Centrale e Meridionale+Isole, abbiamo ricevuto 10 manoscritti dal Nord, 3 dal Centro e 11 dal Sud+Isole.

Interessante anche la distribuzione regionale, con il Veneto (4 manoscritti) e il Trentino Alto Adige (3) protagonisti al Nord, e Campania (3), Puglia (3) e Sicilia (3) al Sud.

La distribuzione degli invii in rapporto alle collane di NNI ha visto ancora prevalere la collana Millestorie (13 manoscritti) rispetto alle collane Nonsolorosa (5), Fuoriditesta (4) e Acrepapelle (2), ma meno nettamente che in precedenza, segno che un po’ alla volta anche le collane di genere di NNI stanno riscuotendo la meritata attenzione.

In conclusione, nel complesso siamo davvero soddisfatti. Stiamo perfezionando i contratti con gli autori, e contiamo di pubblicare entro l’anno molte delle opere selezionate.

Il vento soffia forte in poppa a Nuova Narrativa Italiana!

 

Mauro Anelli
Mauro Anelli (pseudonimo) è nato a Milano nel 1963, si è laureato in ingegneria nucleare e ha lavorato per vent'anni nel settore delle telecomunicazioni, come impiegato, dirigente e consulente di direzione. Ha esordito in libreria nel 2008 per i tipi di Mursia con il thriller "Dossier Locusta", sul terrorismo internazionale, l'ingegneria genetica e le armi di distruzione di massa. Nel 2012 ha pubblicato con Zero91 "Il nido dei bastardi", storia all'arancia meccanica di tre balordi e dei loro tre preti in un paesino del Centro Italia. Nel 2015, stanco della carta e della cosiddetta "filiera del libro", ha fondato Nuova Narrativa Italiana, casa editrice indipendente che pubblica esclusivamente opere di narrativa di qualità di autori italiani in formato elettronico (ebook).

Rispondi / Commenta