Logo per esteso di Nuova Narrativa Italiana

Nasce Nuova Narrativa Italiana

Nuova Narrativa Italiana: la sorpresa che non ti aspetti

Permettete? Ci siamo anche noi!

E così, alla fine, è successo.

Giusto il tempo della colazione, di un rapido saluto alla famiglia, e poi via, davanti al monitor del computer.

Le ultime verifiche, già fatte ormai decine e decine di volte. Siamo a posto con il sito? E con l’ottimizzazione SEO? E il controllo ortografico sulle pagine? Non cominceremo mica con un refuso, eh? Sì, ma… e Google? E gli spider di ricerca? Tutto okay su Twitter e Facebook? E i lettori? Ci troveranno i lettori?…

Ma alla fine ci siamo: siamo on line. Siamo Nuova Narrativa Italiana!

Sono le dieci del mattino di mercoledì 29 aprile, qui a Milano, e abbiamo battuto sul tempo l’Expo 2015. Ma facciamo i debiti scongiuri, e ci auguriamo di durare ben più dell’Expo.

Non sappiamo le volte che tra incertezze e dubbi abbiamo pensato a questo momento, a come sarebbe stato, a quale frase o quale immagine l’avrebbe suggellato, consegnato definitivamente alla memoria.  Forse avremmo dovuto celebrarlo con un brindisi, ma invece siamo qui, inebetiti, con gli occhi incollati a tre browser diversi, a un cellulare e a due tablet, per vedere se va tutto bene.

Del resto, come si fa a descrivere con una sola frase e in una sola immagine un’utopia, un azzardo e un’avventura come Nuova Narrativa Italiana? Volete provarci con noi?

Chiudete gli occhi, allora, e lasciatevi andare, sgombrate la mente e sguinzagliate la fantasia!

Immaginate una casa editrice piccola, ma libera e indipendente, che non si fa condizionare dalle mode e dal mercato. Un luogo dove ciascuno è davvero se stesso, e può dire e fare quello che pensa. Un’oasi dove l’invenzione, la professionalità e la passione vengono finalmente riportate senza intermediari alla loro armonia primigenia, al triangolo equilatero perfetto: autore-editore-lettore. Ecco: ci siete… Ma manca ancora parecchio per arrivare a Nuova Narrativa Italiana.

Continuate sulla strada della fantasia, e immaginate che questa casa editrice parli tutti i giorni con i propri lettori e i propri autori. Che pubblichi e venda romanzi e racconti di qualità ai giusti prezzi. Che privilegi e scopra talenti italiani e riconosca loro royalty al 50%. Ci siete?… Incredibile, vero? Ma non è ancora finita, perché è proprio adesso che dovete accelerare, mollare i freni inibitori e pretendere il massimo da voi!

In questo luogo incantato, tutto avviene alla luce del sole: sul sito web della casa editrice. E così, come per magia, un lettore può dialogare pubblicamente con l’editore. E un autore può seguire passo passo on line l’intero iter di valutazione del proprio manoscritto, e sapere esattamente in base a quali parametri è stato alla fine respinto o accettato.

Sì, lo sappiamo. Ci sembra di sentire che cosa avvertite. Cominciate a prenderci gusto, in questa fantasia. E insieme al gusto, anche la paura che tutto finisca in nulla, come nei sogni e proprio sul più bello!

Ma poi ci sono i libri… Diversi. DIVERSISSIMI! Inattesi, appassionanti e… bellissimi. Raccontano di storie speciali e importanti, che ti fanno alzare lo sguardo, volare alto, dove puoi perderti e immedesimarti. Storie da leggere e rileggere d’un fiato, più e più volte, perché ti lasciano dentro qualcosa, e sembrano sempre nuove, ancora dal leggere.

Ma… gli italiani scrivono così? SANNO SCRIVERE COSÌ?

Ecco! Ora ci siete davvero. La vostra fantasia è completa. Benvenuti in Nuova Narrativa Italiana!

E alla fine, dopo tanto pensare, ci siamo anche noi. L’abbiamo finalmente trovata l’immagine e la frase per suggellare questo momento!

Un uovo grande e giallo, pronto a schiudersi, che brilla illuminato dal sole, sfrontato e sospeso a sfidare ogni logica e giudizio dentro un cielo azzurro e pulito, con qualche nuvola bianca.

NUOVA NARRATIVA ITALIANA.

LA SORPRESA CHE NON TI ASPETTI!

 

Mauro Anelli
Mauro Anelli (pseudonimo) è nato a Milano nel 1963, si è laureato in ingegneria nucleare e ha lavorato per vent'anni nel settore delle telecomunicazioni, come impiegato, dirigente e consulente di direzione. Ha esordito in libreria nel 2008 per i tipi di Mursia con il thriller "Dossier Locusta", sul terrorismo internazionale, l'ingegneria genetica e le armi di distruzione di massa. Nel 2012 ha pubblicato con Zero91 "Il nido dei bastardi", storia all'arancia meccanica di tre balordi e dei loro tre preti in un paesino del Centro Italia. Nel 2015, stanco della carta e della cosiddetta "filiera del libro", ha fondato Nuova Narrativa Italiana, casa editrice indipendente che pubblica esclusivamente opere di narrativa di qualità di autori italiani in formato elettronico (ebook).

Rispondi / Commenta