Logo per esteso di Nuova Narrativa Italiana

Naturalmente diversi!

NNI: L

 

Ebbene sì, lo ammettiamo. È il nostro vizio, la nostra intima soddisfazione. A noi di Nuova Narrativa Italiana piace essere diversi, a dispetto delle mode, delle convenienze e del mercato. Ci viene naturale.

“Ah, ma pubblicate solo ebook!”, ci dicono. Sì, è vero: perché la bellezza di un libro non dipende dal supporto sul quale è stampato.

“Ma non avete distributori, e vendete solo dal vostro sito!”, continuano. Giusto. Perché vogliamo essere liberi e indipendenti, e non condizionati da chi vorrebbe imporci scelte, costrizioni e balzelli.

“Fate pochi libri…”, osservano ancora. Vero, perché non produciamo le nostre opere in serie, come in una catena di montaggio. Al contrario, le selezioniamo con estrema cura, in totale autonomia, con criteri oggettivi e trasparenti, dedicandovi mesi e mesi prima della pubblicazione, come gli editori di una volta, perché ogni opera è diversa dall’altra.

“Non avete recensioni”, insistono. Le avremo nel tempo, con pazienza e soprattutto dai nostri lettori. Perché non ci piace pagare, truccare, barattare o blandire per avere una recensione.

“Certo che di questo passo venderete poco o nulla!”, chiosano. Può darsi, ma non sarà una tragedia, e saremo ancora più affezionati e attenti a quei lettori che ci sceglieranno.

“E i DRM? Nemmeno li proteggete, i vostri libri!”, concludono. Sì, è vero anche questo. A dispetto della pirateria, a noi di NNI piace avere fiducia nelle persone.

Ecco, amici, questa è Nuova Narrativa Italiana. Non saremo perfetti, ma almeno ci proviamo.

UNITEVI A NOI! Restituiamo dignità e centralità al rapporto tra lettori, autori ed editori, a chi i libri li ama, li legge, li scrive e li fa.

DICIAMO INSIEME BASTA al triste monopolio di promotori, distributori e propagandisti, alle ragazze della porta accanto, ai commissari macchiettistici di turno, ai fanatici del carpe diem a tutti i costi e degli orizzonti da bassoventre. Spalanchiamo la finestra, e respiriamo finalmente aria nuova e pulita! Liberiamo la fantasia, cacciamo via i mercanti dal sacro tempio della narrativa, e torniamo a coltivare le nostre migliori aspirazioni. Nutriamoci di STORIE VERE!

Siamo stanchi dei soliti provincialismi, delle mediocrità elevate a virtù, dei rapporti personali ridotti a carteggi di sms. Stufi degli imbonitori del banale, di mondi ed esistenze virtuali, di essere svuotati di colori e di ambizioni. Vogliamo di più! E valiamo di più. Nella vita come in letteratura.

Per tutto questo, e per tanto d’altro, i libri che Nuova Narrativa Italiana pubblica sono diversi. Anzi: DIVERSISSIMI! Lo scriviamo in maiuscole, e lo gridiamo perfino! È questa la nostra linea editoriale, il nostro punto d’onore, il nostro patto con i lettori.

Se cercate storie davvero originali, importanti, incalzanti e coinvolgenti, storie da leggere e rileggere con passione, perché ogni volta vi sembreranno sempre nuove, che vi facciano sorridere, commuovere e spiccare il volo, allora siamo noi la vostra casa editrice. E non vi deluderemo!

Ne volete la riprova? Leggere Fiore Alternativo di Stefania Borgese, che abbiamo appena pubblicato, e scoprirete finalmente il piacere di tuffarvi in un romanzo vero, rispetto a tanta fuffa che c’è in giro. Perché vi riconoscerete come in uno specchio la parte migliore di voi stessi, le vostre più alte aspirazioni d’amore, di intima realizzazione e di profonda felicità.

E poi aspettate con pazienza Diciannove e Trentaquattro di Virginia Danna, che pubblicheremo a novembre, perché questo romanzo v’infonderà una tale scossa, un tale brivido d’empatia e di commozione per l’intero genere umano che raramente vi capiterà ancora di provare, e che almeno una volta nella vita bisogna assolutamente sentire.

E infine seguiteci fino a dicembre, quando con Il Tango dello Scarafaggio di Federico Cadenazzi riscopriremo insieme il potere della creatività, della fantasia e della poesia, rispetto all’incredibile piattume che da anni ci circonda.

Sì, amici: noi di Nuova Narrativa Italiana non facciamo carta. Perché, al contrario, facciamo LIBRI. Unitevi a noi, e leggeteci! Perché la differenza è abissale.

E quando di nuovo vi cercheranno per plagiarvi con televisioni, pubblicità e giornali, vi martelleranno nelle orecchie che dovete leggere per forza questo o quel best seller, il successo dello straniero del momento, la perla dell’ennesimo intellettuale nostrano, o le morbosità dell’ultima impudente sciacquetta, perché secondo loro non potete esimervi dal farlo e perché ormai lo fanno tutti, allora fate come noi, rialzate la testa, rizzate la schiena, guardate negli occhi questi signori, e rispondete loro con le parole dell’Amico Fragile di Fabrizio De André:
“Come si chiama il vostro cane? Il mio è un po’ di tempo che si chiama Libero”.

Un abbraccio e un carissimo saluto a tutti gli amici di Nuova Narrativa Italiana!

Mauro Anelli

 

Mauro Anelli
Mauro Anelli (pseudonimo) è nato a Milano nel 1963, si è laureato in ingegneria nucleare e ha lavorato per vent'anni nel settore delle telecomunicazioni, come impiegato, dirigente e consulente di direzione. Ha esordito in libreria nel 2008 per i tipi di Mursia con il thriller "Dossier Locusta", sul terrorismo internazionale, l'ingegneria genetica e le armi di distruzione di massa. Nel 2012 ha pubblicato con Zero91 "Il nido dei bastardi", storia all'arancia meccanica di tre balordi e dei loro tre preti in un paesino del Centro Italia. Nel 2015, stanco della carta e della cosiddetta "filiera del libro", ha fondato Nuova Narrativa Italiana, casa editrice indipendente che pubblica esclusivamente opere di narrativa di qualità di autori italiani in formato elettronico (ebook).

Rispondi / Commenta