Logo per esteso di Nuova Narrativa Italiana

54_M_48_GDR_LSMDST_010616_R

Il manoscritto è stato rifiutato.

PARAMETRO DI VALUTAZIONE
VALORE
1
BIOGRAFIA, FOLIAZIONE, SINOSSI, GENERE E PRIME 30 PAGINE
7
2
TEMPO NARRATIVO, PUNTO DI VISTA E STILE
8
3
VEROSIMIGLIANZA E ACCURATEZZA
6
4
DIALOGHI
7
5
PROTAGONISTI
7
6
STORIA, TRAMA, SOTTOTRAME E TEMI
7
7
PATHOS E CLIMAX
7
8
COERENZA NARRATIVA
5
9
ADERENZA ALLA LINEA EDITORIALE DI NNI
10
PUBBLICABILITA’
 
VALUTAZIONE COMPLESSIVA FINALE
54 su 100

Motivazione

Questo manoscritto regge fino a pagina 155 (capitolo 14), raccontando in parallelo il rapporto di uno psicologo con una dottoressa, costantemente in bilico tra l’amore platonico e quello sensuale, e le sedute di terapia dello psicologo con un paziente donnaiolo, che da 6 anni (!) non riesce più a portare a termine un amplesso e sente misteriose voci che gli predicono la morte di altre persone.

Poi, da pagina 155 in avanti, succede di tutto e di più, e saltano fuori le cose più assurde: iniezioni di HIV, guerre batteriologiche, incesti tra fratelli, attori porno che si accoppiano con vecchie regine, e, dulcis in fundo, pure gli extraterrestri! Il tutto, sembra di intuire (ma chissà se è chiaro almeno nella mente dell’autore) in stile fanta-medical thriller, con incubi alla Robert Katz (Cassandra Crossing) e Robin Cook (Coma), che poi evaporano all’improvviso in un frettoloso finale pseudo-naturalista.

La sproporzione tra quanto si promette tra le righe al lettore nei primi tre quarti della storia e la marmellata di assurdità dell’ultimo quarto, da fuori di testa, è davvero mortificante.

Torna all’elenco in valutazione.