Logo per esteso di Nuova Narrativa Italiana

82_M_44_DV_FATIM_170116_R

La raccolta di racconti è stata rifiutata.

PARAMETRO DI VALUTAZIONE
VALORE
1
BIOGRAFIA, FOLIAZIONE, SINOSSI, GENERE E PRIME 30 PAGINE
8
2
TEMPO NARRATIVO, PUNTO DI VISTA E STILE
9
3
VEROSIMIGLIANZA E ACCURATEZZA
8
4
DIALOGHI
9
5
PROTAGONISTI
8
6
STORIA, TRAMA, SOTTOTRAME E TEMI
9
7
PATHOS E CLIMAX
8
8
COERENZA NARRATIVA
8
9
ADERENZA ALLA LINEA EDITORIALE DI NNI
9
10
PUBBLICABILITA’
6
 
VALUTAZIONE COMPLESSIVA FINALE
82 su 100

Motivazione

Si tratta di 14 racconti della stessa autrice riuniti in raccolta. Nel seguito, gli acronimi in maiuscolo identificano i titoli dei singoli racconti.

Con dispiacere dobbiamo rifiutare questa toccante raccolta di racconti, che comunica bellezza e commozione umana da ogni riga, ma che purtroppo svilupperebbe appena 46 pagine nei formati di Nuova Narrativa Italiana (NNI). Certo: la quantità non è una misura nobile e veritiera quanto la qualità, e in questa raccolta di racconti la qualità abbonda. Ma come editori dobbiamo considerare anche le aspettative di intrattenimento dei nostri lettori, e 46 pagine sono davvero poche per farne un libro, anche se in ebook, come nel caso di NNI.

Ci auguriamo che questo rifiuto possa essere solo temporaneo, e di poter leggere di nuovo questa raccolta alla nostra prossima finestra di valutazione (giugno 2016) in presenza di materiale più consistente. Perché questa autrice, che sa osservare e ascoltare con acutezza la natura, le persone e la vita, e sa parlarne con poesia, originalità, partecipazione e pienezza, senza mai indulgere nel retorico, nel banale o nello stucchevole, merita di essere pubblicata e letta.

Con questo auspicio, diamo nel seguito alcuni suggerimenti all’autrice.

I racconti CPS, FATIM, YY, UGD sono i migliori della raccolta, e non necessitano di particolari revisioni: sono già ottimi, salvo un minimo di editing in fase di eventuale pubblicazione.

I racconti AIPD, CAP, NST, OS, SA, LBR sono già buoni, ma necessitano di revisione. In particolare, meritano maggior attenzione nella definizione dei personaggi, delle situazioni e dei finali, perché spesso in questi racconti l’autrice si accontenta di suggerire e alludere rapidamente senza descrivere, cosa che è certamente propria del suo stile, poetico ed ermetico, ma asciuga e semplifica un po’ troppo le storie.

I racconti LR, S, LZ, LPC sono più che altro delle idee appena abbozzate, sicuramente valide, ma da sviluppare molto di più, sia nelle descrizioni che nei contenuti.

In conclusione ci auguriamo che l’autrice raccolga questi nostri suggerimenti, e aggiunga ulteriore materiale a una raccolta di racconti già valida, ma che per essere pubblicata dovrebbe sviluppare almeno una novantina di pagine, intendendo per pagina una cartella dattiloscritta da 1800 battute, spazi compresi.

Torna all’elenco in valutazione.