Logo per esteso di Nuova Narrativa Italiana

87_M_30_VD_IDZJ_171215_P

La raccolta di racconti è ritenuta pubblicabile dall’editore. L’autore riceverà da NNI una proposta di pubblicazione.

PARAMETRO DI VALUTAZIONE
VALORE
1
BIOGRAFIA, FOLIAZIONE, SINOSSI, GENERE E PRIME 30 PAGINE
8
2
TEMPO NARRATIVO, PUNTO DI VISTA E STILE
10
3
VEROSIMIGLIANZA E ACCURATEZZA
8
4
DIALOGHI
8
5
PROTAGONISTI
9
6
STORIA, TRAMA, SOTTOTRAME E TEMI
9
7
PATHOS E CLIMAX
9
8
COERENZA NARRATIVA
9
9
ADERENZA ALLA LINEA EDITORIALE DI NNI
9
10
PUBBLICABILITA’
8
 
VALUTAZIONE COMPLESSIVA FINALE
87 su 100

Motivazione

Si tratta di 18 racconti riuniti dall’autore in una stessa raccolta, introdotta da una premessa e chiusa da un epilogo. Nel seguito, gli acronimi in maiuscolo identificano i titoli dei singoli racconti.

Fa sempre piacere imbattersi in un autore che sa ascoltare suggerimenti e critiche per migliorarsi, perché è da questa dialettica tra autore ed editore che nascono spesso le opere migliori. E’ il caso di questo autore e di questa raccolta di racconti, già oggetto 6 mesi fa della nostra scheda di valutazione M_11_VD_RDR_230615, e alla quale rimandiamo per i racconti già a suo tempo valutati.

Allora avevamo rimproverato all’autore l’esiguità del materiale che ci aveva sottoposto e una certa mancanza di professionalità, per l’approssimazione di certi scritti nonostante l’evidente talento nella scrittura. E l’autore ci ha ascoltato: ha ampliato la raccolta aggiungendovi 8 nuovi racconti; ne ha rivisti e modificati altri, e ha cercato di dare all’insieme un filo conduttore comune. Ne risulta ora un’opera più omogenea, coerente e di complessive 120 pagine stimate nei formati d’impaginazione di NNI, quindi idonea alla pubblicazione.

Alcuni temi di questi nuovi racconti sono in linea con i precedenti: l’alienazione nel lavoro (IVSD, SCL); la vita e i pregiudizi di paese (RMIP, QDS, SNFCNVDNP); il vizio e la ricerca della felicità (LRR, IVSD, ICMDL). Altri sono nuovi e si allacciano ai precedenti: il successo a ogni costo (QDS, SNFCNVDNP, LRR, SCL); scuola, ragazzi difficili e futuro incerto (UTV); paura nelle città (LRR e ADLDV, già valutato in precedenza).

Il risultato nell’insieme è ottimo, anche se sussistono ancora alcune sbavature che andranno sistemate dall’autore insieme a NNI durante la fase di editing della raccolta. In particolare:
– Come tema principale e filo conduttore della raccolta l’autore ha scelto il racconto ACDZJ, e la vita di paese che gli gravita attorno, scrivendo in linea con questa scelta una premessa e un epilogo che però appaiono deboli, forzati, un po’ stucchevoli e autoreferenziali, e in qualche misura la sviliscono, così come il titolo IDZJ scelto dall’autore per la raccolta. La vita di paese può benissimo fare da collante alla raccolta, come in effetti fa, ma la raccolta non ha bisogno di alcun artificio del genere per reggersi: basta la forza dei singoli racconti. E il vero tema portante di tutta la raccolta, il suo carattere più distintivo, è l’alienazione nel lavoro, rappresentata mirabilmente dal racconto LRDS, che è in assoluto il più bello. Perciò, secondo NNI, questa raccolta dovrebbe intitolarsi più propriamente “LRDS”, o anche “LRDS e altri racconti”.
– I racconti ICMDL e LLEIM (nei finali) LDADC (tutto) QDS (nelle allusioni a persone e spettacoli televisivi noti) e URI (troppo volgare la scena della maglietta sporca in faccia) sono quelli che necessitano di maggiore editing. Il racconto UTV sa un po’ di già visto (il solito professore innovativo che “redime” una classe di alunni difficili), e in editing andranno privilegiate le originalità del racconto rispetto ad alcuni luoghi comuni.
– Il racconto SNFCNVDNP appare un po’ troppo a tema, e con un finale scontato. Per situazioni e per il nome del protagonista è associato al racconto QDS, ma questa associazione crea una dissimmetria nell’ambito della raccolta, perché il racconto non appare indipendente come lo sono gli altri. Quindi: o si rende il racconto indipendente, migliorandolo in generale e nel finale, o lo si toglie dalla raccolta.
– Il nome “Lorenzo” identifica il protagonista di 4 diversi racconti della raccolta. Non va bene. In generale è opportuno che un nome ricorra una sola volta per un solo protagonista e un solo racconto; gli altri nomi vanno modificati.
– Il racconto USVA, se come ci scrive l’autore è di prossima pubblicazione in un’antologia, verrà omesso dalla raccolta, perché non più inedito.

In conclusione, saremo lieti di pubblicare questa raccolta di racconti e questo autore, che oltre a un talento innato per la scrittura ha il pregio di saper trattare temi importanti in modo disincantato, ironico, lirico, immaginifico o fantastico, secondo le situazioni e le storie, ma sempre originale, interessante e sorprendente.

 Torna all’elenco in valutazione.