Logo per esteso di Nuova Narrativa Italiana
Vedi il carrello "Per te e per me" aggiunto correttamente al carrello.
Musica sull’acqua – copertina

Musica sull’acqua

4.60 su 5 in base a 5 valutazioni del cliente
(5 recensioni)

6,00 €

Genere: racconti vari
Autore: Enrico Rolli
Formati: ePub + PDF
ISBN (ePub): 9788899400156
ISBN (PDF): 9788899400149
Pagine (in PDF): 360

Il contenuto

8 racconti sulla vita, l’amore, la morte e il mistero di ogni giorno.

Cosa fareste voi con una ragazza che fissa incolume il sole, o con una donna misteriosa e bellissima che si fa rincorrere per tutta Venezia? Come reagireste a due balordi su un autobus e all’erba alta che cresce tra l’incuria dei vicini? E se trovaste nel cassetto una vecchia cassetta dei Beatles, lontano prestito di un amico? Se dal bancone di un bar vi toccasse consigliare qualcuno? Se foste i destinatari di un miracolo, o il vostro amato maestro di musica, da sempre istrionico e geniale, di colpo cambiasse?

Questo libro racconta il mistero della vita, e della vita oltre la vita. La meraviglia e l’intensità di certi istanti, e l’insondabilità del destino.

Se volete guardare la realtà con occhi diversi, provare le sensazioni e le emozioni di un artista, sfiorare per un attimo l’esistenza di un altro mondo, questo è il libro che fa per voi. Ma con un’avvertenza particolare: dopo aver letto di tanta armonia, segreto e bellezza, potrebbe risultarvi difficile tornare come se nulla fosse alla vita di tutti i giorni.

Il contenuto dei racconti in breve:

La luce
Sulla spiaggia del Lido di Venezia, Francesco conosce Arianna, una ragazza davvero fuori dal comune.

Vecchi amici
Gianluca e Andrea si rivedono dopo vent’anni. E Andrea ha una moglie davvero affascinante.

Riflessi
A Nancy, ormai, non sfugge più nulla della vita. Neppure il suo più piccolo palpito.

Da Fausto
“Servo da bere in un bar; questo è quello che faccio”. Ma in realtà, Giovanni fa molto di più.

L’autobus
Una sera, Luigi rientra tardi dal lavoro e se la prende con il piccolo Michael. Poi racconta alla moglie Laura una brutta avventura.

Erba alta
A Loris va davvero tutto male. E l’erba alta dei vicini non smette di crescere!

L’ultimo concerto
In una notte magica, Gabriele incontra Lucrezia, una donna misteriosa e bellissima, e se ne innamora. La rincorre per tutta Venezia, fino a svelarne il segreto.

Musica sull’acqua
David è un maestro di composizione musicale, geniale e istrionico. Marco è il suo allievo prediletto. Ma David ha un appuntamento con il destino.

La frase chiave del libro

“Pensò alla possibilità di un mondo nascosto parallelo, alla presenza di cose ed entità che non ci è dato vedere e percepire, accessibili solo ad altri sensi o a particolari condizioni.”

Le prime pagine

Prime pagine PDF

Lintervista con lautore

Lautore

Foto dell
Enrico Rolli è nato a Parma nel 1964, e vive a Colorno.
È diplomato al Conservatorio di Parma ed esercita la professione di Artista del Coro nei repertori lirico-sinfonici.
È appassionato di fotografia, di cinema, di lettura e scrittura.
In passato ha partecipato a diversi concorsi e premi letterari, vincendone alcuni, e ha pubblicato Al di là dell’ombra (2008), contenente un saggio sul film Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick, e Il nuovo arrivato (2013), raccolta di dodici racconti.
Musica sull’acqua è la sua terza opera di narrativa.

5 recensioni per Musica sull’acqua


  1. elecolombina@gmail.com
    5 di 5

    :

    Le sensazioni che ho provato leggendo questo libro sono molteplici: dalla curiosità alla contemplazione, dalla tristezza alla commozione, dallo stupore alla meraviglia.
    Ognuno di questi racconti ha saputo catapultarmi immediatamente nel mondo dei vari protagonisti e sono rimasta stupita dalla capacità e dalla bravura di questo scrittore di catturare e assorbire la mia attenzione e di farmi immedesimare a tal punto da ritrovarmi a volte con gli occhi lucidi. I vari finali, poi, hanno dato libero sfogo alla mia fantasia.
    Le tematiche sono diverse fra loro e proprio per questo non riesco a trovare un racconto preferito, anche se “Musica sull’acqua” contiene metafore pazzesche che mi hanno fatto riflettere molto.
    Ringrazio di vero cuore questo autore che, con un linguaggio semplice e schietto (anche se a mio parere non alla portata di tutti), ha saputo trasmettermi un’altissima dose di curiosità verso cose su cui mi sono sempre soffermata superficialmente.
    Consiglio questo libro a tutti coloro a cui piace il mistero, l’arte, l’amore e la musica. Ma anche e sopratutto a chi piace meravigliarsi, stupirsi, emozionarsi, riflettere e rimanere senza parole!
    Bravo Enrico!!!

  2. recosetta@tin.it
    4 di 5

    :

    Ho letto in poche ore tutti i racconti di questo libro. Tutti semplici ma intriganti, senza bisogno di raccontare storie intricate. Nel racconto finale pare di sentire le musiche citate che accompagnano nella lettura. Si evidenzia un autore solido, un uomo maturo, consapevole delle proprie emozioni e in grado di trasmetterle ad altri coinvolgendoli in un giro di valzer, a volte triste a volte divertito, ma sempre sereno e piacevole. Mi aspetto dall’autore nuovi racconti che leggerò con la stessa avidità che dimostra lui verso luce, suoni e particolari.

  3. crichiaf@libero.it
    5 di 5

    :

    Enrico ha trasmesso con sapienti pennellate evocative la magia di Venezia il mistero della morte e della vita, la luminosa bellezza di una musica o di un tramonto . Ho amato fin dal primo racconto lo stile di Enrico e auspico nuovi racconti . Un bravissimo ad maiora allo scrittore ed all’artista!!

  4. ferraristefania3@gmail.com
    4 di 5

    :

    Bene. Bravo! Una piacevole sorpresa!
    Stefi

  5. giancarloboselli@fastwebnet.it
    5 di 5

    :

    Giancarlo – 02 maggio 2017

    Ho letto gli otto racconti con notevole interesse e curiosità cercando di capire cosa mi potevano trasmettere.
    Avendo il sottoscritto un trascorso di vita di tipo tecnico/commerciale, è probabile che la mia critica sia particolarmente orientata ad argomenti riferibili alla quotidianità piuttosto che alla fantasia astratta.
    Mi permetto comunque di rilevare in “Musica sull’Acqua” uno spessore letterario importante e un contenuto particolarmente orientato verso esperti di musica come d’altra parte l’attività dell’autore inevitabilmente imprime.
    Senza comunque sminuire il valore degli altri racconti, tutti molto apprezzabili per l’abbinamento fantastico e realistico capaci di stimolare sentimenti di vario tipo.
    In particolare cito: “Vecchi Amici”, “L’Autobus”, “Da Fausto” e “Erba Alta” perché come segnalato prima, possono essere riferibili alla quotidianità.
    Come opinione personale penso che così come il lettore, nell’immaginario cerca un riferimento al vissuto o odierno, così lo scrittore di racconti, Enrico, non riesce a imprimere ai propri racconti una impronta totalmente fantasiosa. Non è negativo.

    Bravo Enrico Complimenti.

Aggiungi una recensione