Logo per esteso di Nuova Narrativa Italiana

Recensione a Diciannove e Trentaquattro (2)

Recensione di Spotty (nickname) a Diciannove e Trentaquattro, dell’8 dicembre 2015. Testo della recensione:

“Un bel libro godibile con una scrittura fresca e delicata, intinta nel calamaio dell’ironia, per descrivere un mondo che va scomparendo: siamo negli anni ’80, nel condominio di via Cascino la vita sembra scorrere tranquilla con le persone intente alle incombenze che scandiscono le ore del giorno da sempre, ciascuno col suo tic, col suo detto non detto o l’inconfessabile confessato solo all’amica che può capire. Persone affezionate e ossequienti a valori ai quali però non credono più: molti dei comportamenti dei personaggi sembrano stereotipati, come attori che sanno di vivere un mondo che non gli appartiene, dal quale non si può sfuggire una nuttata che sanno che passerà, ma che hanno paura di abbandonare perché i costumi e i riti della tradizione, che hanno forgiato la vita degli avi e dei genitori, sono ancora presenti e per, certi versi, confortevoli. Un mondo che sarà distrutto dal “progresso” e che non sarà mai più uguale a prima, i personaggi del racconto ne sono perfettamente consapevoli e questa consapevolezza è descritta con arguzia attraverso i tic, il fatalistico abbandono agli eventi: chi si aggrappa ai ricordi, chi si lamenta di una vita grama, magari accusando la suocera intrigante o il marito pelandrone che si nasconde dietro una malattia, non si sa quando simulata.
Un microcosmo colto con la sagacia di un fotografo nel momento della transizione, quando tutto cambierà e di quelle persone di quei sentimenti, di quei sacrifici personali non vi sarà più traccia”.

NNI
Nuova Narrativa Italiana (NNI) è una casa editrice indipendente, con sede a Milano, che pubblica esclusivamente romanzi e racconti di qualità di autori italiani in formato elettronico (ebook).

Rispondi / Commenta