Logo per esteso di Nuova Narrativa Italiana

In viaggio con Pauline

In viaggio con Pauline
Pauline porta solitamente “tacco dieci” anche in casa. Soprattutto in casa. Con zoccoletti di legno ai piedi sbriga le faccende domestiche, cucina, risistema oggetti, si appisola sul divano, chiacchiera al telefono macinando metri e metri di pavimento. Quando cammina, saltella. Non ce
Continua...

Una passeggiata con papà

Una passeggiata con papà
La macchina decide di lasciarmi a piedi in un pomeriggio festivo di fine estate, e il giorno dopo devo essere in ufficio alle otto, dall’altra parte della città. Il mio posto di lavoro non è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, così ho due possibilità: bestemmio in turco e m
Continua...

Pakistan coffee Rome

Pakistan coffee Rome
Un mattino, al risveglio da sogni tormentosi, Gregorio Smicca si ritrovò nel suo letto trasformato in un pakistano. La prima cosa che vide fu la sua mano destra di colore olivastro poggiata come un ragno dormiente sul biancore angelico del lenzuolo. L’aprì e la richiuse, e la cosa gli
Continua...

La magia dell’amore

La magia dell'amore
C’è una nebbia sottile, sfumata, tanti sassi, un sentiero in alto nella piccola valle di larici. Lo sguardo coglie un paio di gambe che affiorano sul sentiero in salita con passo cadenzato. D’improvviso le gambe smettono di camminare. Si tendono, sembrano sentire qualcosa. Forse una p
Continua...

Gli occhi vuoti

Occhi vuoti
Nell’intricato labirinto di vicoli, irraggiungibili anche ai più tenaci raggi del sole estivo, tra case di ogni dimensione ma tutte gialle di tufo e tramonto, incontravo ogni giorno Artemio. Sapevo il suo nome, ma mai avevamo scambiato una parola. Mai. Sguardi sì, tanti, lunghi e gene
Continua...

Evoluzione

L'evoluzione umana
Roma, anno 1.013 d.C. La ragazza era bellissima: i capelli neri sciolti sulle spalle, l’incarnato bianchissimo, i grandi occhi da cerbiatta, color nocciola. Il suo nome era Eugenia. Il padre era fattore, e la giovane era condannata a una vita da serva, una quasi schiavitù, al servizio
Continua...

La chiromante

La ragazza era salita sul tram alle 8.00 in punto, alla fermata davanti all’ingresso della Villa Comunale all’altezza di San Pasquale a Chiaia: linea 1 Poggioreale-Bagnoli. Era stanca e intontita, non aveva chiuso occhio, aveva la mente persa fra pensieri, ricordi, lacrime amare caric
Continua...

Il serpente

Serpente allo specchio
Aldo era disteso sul letto. Guardava il soffitto con intensità come se dovesse raccontargli qualche cosa o staccarsi e cadergli addosso. Era preoccupato pensava a quello che aveva visto. Un serpente scivolargli davanti ai piedi. Era una macchia gialla sul pavimento di marmo nero della
Continua...

I complici

Uomini complici della fine del mondo
“Fama di loro il mondo esser non lassa; misericordia e giustizia li sdegna: non ragioniam di lor, ma guarda e passa.” (Dante Alighieri – La Divina Commedia, Inferno) Questa storia riguarda tutti noi, noi silenziosi spettatori del mondo, che solo la misericordia di Dio potrà un giorno
Continua...